FSISCUOLA 11 LUGLIO 2009: CORTE DEI CONTI DOCENTE UNICO NON PIÙ TASSATIVO: DECIDERANNO GLI ISTITUTI

 

La Corte di Conti afferma che le scuole primarie non saranno obbligate a istituire il maestri unico con modalità rigide e senza via d’uscita.” I criteri indicati dal comma 4 dell'art. 64 non avrebbero carattere prescrittivo e tassativo. Detti criteri, per la loro valenza generale, hanno invece ambiti di applicazione estesi e flessibili.” L’ultima parola, è invece il caso di dire, spetta a loro, ai responsabili dell’educazione dei ragazzi, quindi a famiglie e docenti..

Il parere dei magistrati che si occupano di bilancio statale sarebbe già stato preso in considerazione dal dirigenti del Miur: le indicazioni che sembra giungeranno agli istituti primari saranno infatti quelli di attuare, già dal prossimo 1° settembre, un modello d’insegnamento flessibile. Saranno i singoli istituti a decidere se insistere sul maestro unico o se affiancargli altri docenti, seppure per un numero residuale di ore: tutto dipenderà dalle specifiche esigenze formative. Ma anche dal tipo di classe, dal numero di alunni iscritti, dalla presenza di casi difficili, di eventuali disabili. E, non ultimo, dal contesto sociale. Una soluzione, del resto, che si sposa benissimo con il regolamento sull’autonomia scolastica.

 

UFFICIO STAMPA FSISCUOLA